Perché non è anti-ambientale essere favorevoli alla crescita economica

energia rinnovabile 9 15

Nel mezzo dell'odierna crisi del costo della vita, molte persone che sono critici dell'idea di crescita economica si veda an Opportunità. Nel loro recente libro Il futuro è decrescita, ad esempio, eminenti sostenitori Matthias Schmelzer, Aaron Vansintjan e Andrea Vetter sostengono che l'inflazione post-Covid è stata principalmente causata dall'instabilità intrinseca del sistema capitalista.

Ciò si è manifestato sotto forma di problemi con le catene di approvvigionamento globali e l'inflazione dei prezzi delle attività derivante dall'azione del governo in risposta alla pandemia. Poiché lo stesso sistema è, a loro avviso, anche responsabile per aver causato il cambiamento climatico, allontanarsene e frenare la crescita economica su cui ruota aiuterà a prendere due piccioni con una fava.

Argomenti come questi richiamano e sono direttamente influenzato da un famoso rapporto scientifico di anni fa, 50 detto Limiti alla crescita. Scritto da un gruppo di ricercatori incaricato dal think tank del Club di Roma, ha avvertito di un "superamento e collasso" dell'economia globale entro 100 anni.

I ricercatori prevedono che questo declino sarebbe causato dalla crescita esponenziale della popolazione, dall'industrializzazione, dall'inquinamento, dalla produzione alimentare e dall'esaurimento delle risorse. La risposta, hanno detto, era di passare a uno stato di stabilità economica ed ecologica che sarebbe sostenibile nel lontano futuro.

Quando il crisi petrolifera dall'ottobre 1973 al marzo 1974 ha visto i prezzi del petrolio quadruplicare, è stato visto come una conferma della previsione del rapporto di un drammatico aumento del prezzo del petrolio. Un famoso Newsweek edizione della fine del 1973 correva con il titolo "Esaurire tutto", accanto a un'immagine di Zio Sam guardando in una cornucopia vuota.

Tuttavia, contrariamente alle previsioni del rapporto Limits, lo shock petrolifero non è stato causato dalla scarsità di risorse ma dalla geopolitica. I sauditi e il cartello dei fornitori di petrolio Opec avevano imposto un embargo petrolifero all'ovest per protestare contro gli Stati Uniti che armano Israele nelle sue guerre contro Siria ed Egitto.

Un simile equivoco è al centro delle argomentazioni di decrescenti di oggi oltre la crisi del costo della vita. La carenza di petrolio e gas che causa l'impennata dei prezzi è principalmente dovuta alla guerra in Ucraina e al calo delle forniture dovuto al fatto che le major investono meno nella produzione a causa dell'agenda zero netto.

Economia sbagliata

Non solo gli autori del rapporto Limits hanno previsto un aumento dei prezzi del petrolio per le ragioni sbagliate, ma non hanno nemmeno considerato come avrebbe risposto il mercato. I prezzi più elevati hanno ridotto la domanda e incentivato gli investimenti e l'esplorazione petrolifera efficienti dal punto di vista energetico, con l'identificazione di nuove importanti riserve.

La crescita ha non è (ancora) stato vincolato dalla mancanza di risorse, in parte perché i progressi tecnologici ci consentono di generare di più da meno, e in parte a causa delle forze di mercato. Quando un prodotto o una merce diventa più costoso, le persone ne usano meno o passano a un'alternativa.

Quindi la realtà è che l'inflazione potrebbe diminuire nel tempo, a seconda ovviamente di ciò che le banche centrali fanno con la politica monetaria. Allo stesso modo, perseguire la decrescita potrebbe essere inflazionistico o deflazionistico. Dipende se l'offerta di beni e servizi scende oltre la domanda.


 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

Sia negli anni '1970 che oggi, uno dei problemi principali è un malinteso fondamentale su cosa sia la crescita economica e cosa la guida. È visto come guidato dalla quantità, nel senso che i decrescenti pensano che ci sia una domanda insaziabile di qualcosa in più dello stesso, che eventualmente avere “conseguenze devastanti per il mondo vivente”.

Ma la crescita economica riguarda più la qualità che la quantità. Non si tratta solo di produrre più auto, ad esempio, ma di renderle più efficienti nei consumi o elettriche. Questo a sua volta crea la domanda di diverse risorse, come il litio per le batterie.

O per fare un altro esempio di come gli economisti vedono la crescita, un importante studio ha esaminato come il prezzo di a unità di luce è diminuita nel tempo. Questo perché quando la tecnologia è passata dalle candele alle moderne lampadine, il costo di produzione in termini di ore lavorate è diminuito drasticamente.

Eppure, sotto un altro aspetto, i decrescenti hanno del tutto ragione. Ancora una volta, vale la pena guardare indietro al rapporto Limits per capirlo. Per testare il loro caso base, i ricercatori hanno esaminato vari scenari alternativi su come potrebbe evolvere il futuro.

In uno, presumevano che lo stock mondiale di risorse non rinnovabili disponibili fosse raddoppiato. Ciò significava che la scarsità era un problema minore rispetto al loro caso base. Ma hanno previsto che, invece di evitare la catastrofe, ciò avrebbe invece causato un dannoso aumento dell'inquinamento associato all'attività economica.

L'inquinamento è davvero diventato un problema più grande dei vincoli di risorse. Per esempio, Limiti previsti quella concentrazione di CO₂ nell'atmosfera raggiungerebbe 435 parti per milione (ppm) entro il 2022 se l'andamento del consumo di combustibili fossili continuasse senza sosta. Attualmente sono 421 ppm, quindi erano abbastanza vicini. È questo legame tra danno ambientale ed economia l'eredità più importante del rapporto.

Gestire la ricchezza delle nazioni

Dopo la tesi Limits, gli economisti iniziò a incorporare l'idea di risorse finite in modo più esplicito nei modelli di crescita economica. Ciò ha costituito la base dell'approccio economico allo sviluppo sostenibile, secondo il quale si ottiene l'equità intergenerazionale reinvestindo i proventi delle risorse limitate in altri beni come edifici, macchine o strumenti.

Ad esempio, se 1 dollaro USA di petrolio viene estratto dal suolo, 1 dollaro USA dovrebbe essere reinvestito altrove. Sebbene ancora lontane dall'essere universalmente adottate, alcune nazioni produttrici di petrolio come Norvegia Fai questo.

Un'idea correlata è che noi dovrebbe allontanarsi dal pensare alla crescita del reddito nazionale e concentrarsi invece sulla gestione della ricchezza nazionale. Ricchezza in questo contesto si riferisce tutti i beni da cui le persone ottengono benessere e le modifiche ricchezza pro capite – indicati in questo campo come “risparmio genuino” – sono indicatori della sostenibilità dello sviluppo.

La chiave è mettere il giusto prezzo su diversi tipi di asset, anche tenendo conto danni da inquinamento. Ad esempio, il carbonio è chiaramente molto importante quando si valutano i cambiamenti nella ricchezza. Il seguente grafico utilizza i nostri calcoli per mostrare un'alternativa all'utilizzo del PIL per misurare i progressi nel corso del 20° secolo.

Come è cambiata la "ricchezza" pro capite nel XX secoloenergia rinnovabile2 9 15 Dati degli autori/Il nostro mondo nei dati

Piuttosto che incoraggiare la decrescita, ora è accettato da la maggior parte degli economisti ambientali che questa misura della ricchezza umana è un utile complemento al PIL. Questo viene preso sempre più sul serio dai governi. Ad esempio, gli Stati Uniti hanno recentemente annunciato che lo avrebbero fatto iniziare la contabilità per i suoi beni naturali.

Ma se vogliamo vincere l'argomento sul cambiamento della base su cui misuriamo il progresso umano, è fondamentale essere chiari sulle ragioni per farlo. Credere che la crescita economica sia intrinsecamente negativa non aiuta.The Conversation

Riguardo agli Autori

Eoin McLaughlin, Professore di Economia, University College Cork; Cristiano Ducoing, Docente senior presso Le trasformazioni della sostenibilità nel tempo e nello spazio, Università di Lunde Les Oxley, Professore di Economia, Università di Waikato

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

Libri consigliati:

Il capitale nel XXI secolo
di Thomas Piketty. (Traduzione di Arthur Goldhammer)

Capitale nella copertina del ventunesimo secolo di Thomas Piketty.In Capitale nel XXI secolo, Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati provenienti da venti paesi, che risale al XVIII secolo, per scoprire i principali modelli economici e sociali. Ma le tendenze economiche non sono atti di Dio. L'azione politica ha frenato le disuguaglianze pericolose in passato, dice Thomas Piketty, e potrebbe farlo di nuovo. Un'opera di straordinaria ambizione, originalità e rigore, Il capitale nel XXI secolo riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci mette di fronte a lezioni di moderazione per oggi. Le sue scoperte trasformeranno il dibattito e fisseranno l'agenda per la prossima generazione di pensiero su ricchezza e disuguaglianza.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Nature's Fortune: come prosperano gli affari e la società investendo nella natura
di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.

Nature's Fortune: come business e società prosperano investendo nella natura di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.Qual è la natura vale la pena? La risposta a questa domanda, che tradizionalmente è stato inquadrato in termini ambientali, sta rivoluzionando il modo di fare business. In Fortune della natura, Mark Tercek, CEO di The Nature Conservancy e ex investment banker e Jonathan Adams, scrittore scientifico, sostengono che la natura non è solo il fondamento del benessere umano, ma anche il più intelligente investimento commerciale che qualsiasi azienda o governo possa fare. Le foreste, le pianure alluvionali e le scogliere di ostriche spesso considerate semplicemente come materie prime o come ostacoli da superare in nome del progresso sono, in effetti, altrettanto importanti per la nostra futura prosperità come tecnologia o legge o innovazione aziendale. Fortune della natura offre una guida essenziale per il benessere economico e ambientale del mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Beyond Outrage: cosa è andato storto con la nostra economia e la nostra democrazia e come risolverlo -- di Robert B. Reich

Al di là di OutrageIn questo libro puntuale, Robert B. Reich sostiene che a Washington non succede niente di buono a meno che i cittadini non siano stimolati e organizzati per assicurarsi che Washington agisca nel bene pubblico. Il primo passo è vedere il quadro generale. Beyond Outrage collega i punti, mostrando perché la crescente quota di reddito e ricchezza in cima ha bloccato il lavoro e la crescita per tutti gli altri, minando la nostra democrazia; ha fatto sì che gli americani diventassero sempre più cinici riguardo alla vita pubblica; e girò molti americani l'uno contro l'altro. Spiega anche perché le proposte del "diritto regressivo" sono completamente sbagliate e forniscono una chiara tabella di marcia su ciò che invece deve essere fatto. Ecco un piano d'azione per tutti coloro che amano il futuro dell'America.

Clicca qui per maggiori informazioni o per ordinare questo libro su Amazon.


Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99%
di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.

Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99% di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.Questo cambia tutto mostra come il movimento Occupy sta cambiando il modo in cui le persone vedono se stessi e il mondo, il tipo di società che credono sia possibile, e il loro coinvolgimento nella creazione di una società che funziona per 99% piuttosto che solo per 1%. I tentativi di incasellare questo movimento decentralizzato e in rapida evoluzione hanno portato a confusione e errata percezione. In questo volume, i redattori di SÌ! Rivista riunire le voci dall'interno e dall'esterno delle proteste per trasmettere le questioni, le possibilità e le personalità associate al movimento Occupy Wall Street. Questo libro contiene contributi di Naomi Klein, David Korten, Rebecca Solnit, Ralph Nader e altri, oltre agli attivisti di Occupy presenti fin dall'inizio.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.



Potrebbe piacerti anche

segui InnerSelf su

facebook icontwitter iconicona di YouTubeicona di instagramicona pintresticona rss

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

LINGUE DISPONIBILI

enafarzh-CNzh-TWdanltlfifrdeeliwhihuiditjakomsnofaplptroruesswsvthtrukurvi

PIU 'LEGGI

morte per inquinamento 11 11
L'inquinamento atmosferico può causare molte più morti di quanto si pensasse
by Katherine Gombay
Per arrivare a questa conclusione, i ricercatori hanno combinato dati su salute e mortalità per sette milioni...
stregoneria e america 11 15
Cosa ci dice il mito greco sulla stregoneria moderna
by Gioele Christensen
Vivere sulla North Shore di Boston in autunno porta il meraviglioso volgere delle foglie e...
responsabilizzare le imprese 11 14
Come le aziende possono parlare delle sfide sociali ed economiche
by Simon Pek e Sébastien Mena
Le aziende si trovano ad affrontare crescenti pressioni per affrontare sfide sociali e ambientali come...
giovane donna o ragazza in piedi contro un muro di graffiti
La coincidenza come esercizio per la mente
by Bernard Beitman, MD
Prestare molta attenzione alle coincidenze esercita la mente. L'esercizio avvantaggia la mente così come...
persone che si tengono per mano
7 modi per cambiare il mondo e le nostre comunità
by Cormac Russell e John McKnight
Oltre al collegamento per il vicinato, quali altre funzioni svolgono i quartieri vivaci?...
cosa vogliono i giovani 11 10
Cosa dovrei fare per tutte queste cose sul clima davvero brutto?
by Phoebe Quinn e Katitza Marinkovic Chavez
Molti giovani si sentono ansiosi, impotenti, tristi e arrabbiati per il cambiamento climatico. Sebbene ci siano…
archi riflessi nell'acqua
Egoismo in un monastero: lezioni di leadership da un monaco e suo fratello
by David C.Bentall
"Poco dopo che mio fratello si è sposato, mi ha chiamato per scusarmi. Ha detto che non si era reso conto di come...
sindrome della morte infantile improvvisa 11 17
Come proteggere il tuo bambino dalla sindrome della morte improvvisa del lattante
by Rachele Luna
Ogni anno, circa 3,400 neonati statunitensi muoiono improvvisamente e inaspettatamente mentre dormono, secondo il...

Nuovi atteggiamenti - Nuove possibilità

InnerSelf.comClimateImpactNews.com | InnerPower.net
MightyNatural.com | WholisticPolitics.com | Mercato InnerSelf
Copyright © 1985 - 2021 Innerself Pubblicazioni. Tutti i diritti riservati.