3 modi in cui le aziende cambiano i loro prodotti per nascondere l'inflazione

nascondere l'inflazione 9 14
 Fare acquisti durante un aumento inflazionistico può richiedere un po' più di riflessione. Sergey Ryzhov/Shutterstock

Inflazione dei prezzi al consumo nel Regno Unito rallentato per la prima volta tra quasi un anno ad agosto. Un calo dei prezzi della benzina ha contribuito a rallentare il tasso generale, ma i prezzi dei generi alimentari continuano a crescere rapidamente. Ma anche con un rallentamento al 9.9%, dal 10.1% di luglio, l'inflazione rimane comunque vicina al massimo da una generazione.

Dopo che l'inflazione ha raggiunto tassi a due cifre all'inizio di quest'anno per la prima volta dagli anni '1970, molti hanno guardato indietro per confrontare ciò che sta accadendo ora con e poi che è successo. Ma questo confronto è problematico perché non sono solo le acconciature e le mode che sono cambiate negli ultimi 50 anni.

Anche le abitudini dei consumatori sono molto diverse e ciò significa che l'inflazione avrà un effetto diverso su come le persone spendono e risparmiano, per non parlare dei prodotti che acquistano, questa volta.

Tanto per cominciare, oggi i mercati sono molto diversi rispetto agli anni '1970. Internet e le catene di approvvigionamento globalizzate hanno incoraggiato la concorrenza da molteplici fonti, con le persone non più limitate ai beni e ai servizi disponibili localmente. Anche le economie si basano sempre più sui servizi, piuttosto che sui beni, mentre le definizioni di spesa essenziale rispetto a spesa discrezionale sono cambiate.

Un altro cambiamento importante è la deregolamentazione di molti servizi di monopolio forniti dallo stato dagli anni '1970. Indipendentemente dal fatto che pensiate o meno che ciò abbia giovato alla società, ciò consente maggiore concorrenza sui prezzi.

Ad esempio, invece di un servizio pacchi monopolistico – l'ufficio postale – che trasferisce i costi maggiori sapendo che i clienti hanno poche alternative, la concorrenza tra fornitori come Parcelforce, Hermes e DPD, tra gli altri, può aiutare a mantenere bassi i prezzi.

Ma ci sono alcune modifiche al prodotto che le aziende possono e fanno per cercare di trasformare tranquillamente i costi aumentati in prezzi. Eccone tre a cui prestare attenzione:

1. Prodotti di valore

Non sorprende che le vendite di generi alimentari "a marchio proprio" dei rivenditori tendono a salire quando il reddito disponibile diminuisce. In linea con questo, negozi e supermercati hanno risposto alla recente inflazione promuovendo gamme "di base" o "essenziali" a prezzi bassi. Questo è successo anche negli anni '1970.

Sono generi alimentari di propria etichetta generalmente più redditizio ai rivenditori piuttosto che vendere comunque prodotti a marchio dei produttori. Ma il prezzo molto basso lascia poco margine di profitto e quindi i supermercati devono affrontare un dilemma in quanto la promozione di fasce di budget potrebbe cannibalizzare le vendite di prodotti con margini più elevati.


 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

D'altra parte, la promozione di singoli prodotti a prezzi bassi aiuta i rivenditori a dare una percezione di convenienza e buon valore. Tra i rivenditori di generi alimentari del Regno Unito, i discount economici hanno guadagnato terreno durante la crisi finanziaria del 2007-8.

Poiché l'inflazione è aumentata vertiginosamente di recente, Aldi e Lidl guadagnato un totale dell'1.8% delle vendite di generi alimentari del Regno Unito nelle 12 settimane fino al 7 agosto 2022, che rappresenta uno spostamento annuale della spesa di 2.3 miliardi di sterline. Ha anche Aldi recentemente superato Morrisons diventerà il quarto supermercato più grande della Gran Bretagna.

L'entusiasmo dei dettaglianti di imbattersi in campioni dei consumatori che combattono l'inflazione è stato anche visto di recente durante quelle che normalmente sono trattative di fornitura di routine. A luglio l'a disputa su un aumento di prezzo per i prodotti, comprese le scatole di fagioli al forno, il supermercato Tesco ha congelato i suoi ordini dall'azienda alimentare Heinz.

La prospettiva di uno spazio a forma di Heinz sugli scaffali di uno dei principali supermercati del Regno Unito rapidamente colpire i titoli e la pubblicità risultante è stata probabilmente un risultato vincente per entrambi: Tesco è stato visto combattere per il consumatore, mentre Heinz ha enfatizzato i valori dei suoi prodotti premium.

2. 'Restringimento'

Durante i periodi di pressioni inflazionistiche sui costi, una strategia comune per i produttori di beni di consumo in rapido movimento come alimenti confezionati, bevande e cosmetici è stata quella di mantenere il prezzo di un prodotto, ma ridurne il contenuto.

Spesso chiamato "shrinkflation", questo processo silenzioso può quindi essere invertito quando i costi di input diminuiscono nuovamente. In quel momento il produttore promuoverà a gran voce un nuovo prodotto più grande con una percentuale "extra free".

Sebbene questa strategia possa funzionare anche quando la conoscenza dei prezzi da parte dei consumatori è elevata spostandosi a piccoli incrementi, questa è un'altra area in cui i tempi sono cambiati dagli anni '1970. La conoscenza dei prezzi da parte dei consumatori è diminuita dagli anni '1970.

I prezzi di riferimento (che consentono il confronto di diversi prodotti in base al costo per importo) sono ora meno facilmente visibile in parte perché il codice a barre ha sostituito le singole etichette che continuano a ricordare ai consumatori il prezzo dopo l'acquisto, ogni volta che viene utilizzato un prodotto.

Tuttavia, l'aumento dello shopping online ha consentito ai consumatori di fare i propri confronti. Una semplice ricerca sul web può facilmente esporre la contrazione della contrazione consentendo confronti immediati del prezzo per unità di peso/volume.

3. Fai da te

È troppo semplicistico dire che le aziende producono cose e che i consumatori le consumano. In effetti, molti dei prodotti che consumiamo derivano dagli sforzi congiunti di produttore e consumatore.

Le pressioni inflazionistiche possono portare i consumatori a sostituire ancora di più i propri input con i costosi input dei produttori. I mobili flat-pack, ad esempio, hanno ridotto la pressione sui costi sui produttori e hanno consentito ai consumatori di risparmiare realizzando parti del processo di produzione da soli.

Questa tendenza alla "coproduzione" è ancora più marcata nei servizi che in realtà sono più dominanti economie nazionali oggi che negli anni '1970, ad esempio le banche, molte delle quali lo hanno spostato dalle filiali all'online. Il self-service, volente o nolente, è un altro modo per mitigare gli effetti dell'inflazione.

Cambiamento permanente?

È più probabile che i cambiamenti a lungo termine nel comportamento dei consumatori emergano come risultato di molteplici fattori piuttosto che di un singolo problema. E quindi le conseguenze dell'inflazione questa volta saranno diverse a causa di altri fattori, in particolare il cambiamento climatico, gli effetti della pandemia e la Brexit.

Una domanda intrigante è se ci sposteremo verso una cultura mainstream meno focalizzata sul consumo. Le società hanno sempre avuto sottoculture che si sposano valori di consumo minimalisti, ma c'è stato un emergente tendenza affinché le persone riesaminino le loro scelte e priorità di vita negli ultimi anni.

L'aumento dell'inflazione, il cambiamento climatico (e la vergogna climatica) e le competenze acquisite durante il blocco potrebbero fornire un'altra spinta per spostare tali atteggiamenti marginali nel mainstream.The Conversation

Circa l'autore

Adriano Palmer, Professore di marketing, Università di Reading

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

Libri consigliati:

Il capitale nel XXI secolo
di Thomas Piketty. (Traduzione di Arthur Goldhammer)

Capitale nella copertina del ventunesimo secolo di Thomas Piketty.In Capitale nel XXI secolo, Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati provenienti da venti paesi, che risale al XVIII secolo, per scoprire i principali modelli economici e sociali. Ma le tendenze economiche non sono atti di Dio. L'azione politica ha frenato le disuguaglianze pericolose in passato, dice Thomas Piketty, e potrebbe farlo di nuovo. Un'opera di straordinaria ambizione, originalità e rigore, Il capitale nel XXI secolo riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci mette di fronte a lezioni di moderazione per oggi. Le sue scoperte trasformeranno il dibattito e fisseranno l'agenda per la prossima generazione di pensiero su ricchezza e disuguaglianza.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Nature's Fortune: come prosperano gli affari e la società investendo nella natura
di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.

Nature's Fortune: come business e società prosperano investendo nella natura di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.Qual è la natura vale la pena? La risposta a questa domanda, che tradizionalmente è stato inquadrato in termini ambientali, sta rivoluzionando il modo di fare business. In Fortune della natura, Mark Tercek, CEO di The Nature Conservancy e ex investment banker e Jonathan Adams, scrittore scientifico, sostengono che la natura non è solo il fondamento del benessere umano, ma anche il più intelligente investimento commerciale che qualsiasi azienda o governo possa fare. Le foreste, le pianure alluvionali e le scogliere di ostriche spesso considerate semplicemente come materie prime o come ostacoli da superare in nome del progresso sono, in effetti, altrettanto importanti per la nostra futura prosperità come tecnologia o legge o innovazione aziendale. Fortune della natura offre una guida essenziale per il benessere economico e ambientale del mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Beyond Outrage: cosa è andato storto con la nostra economia e la nostra democrazia e come risolverlo -- di Robert B. Reich

Al di là di OutrageIn questo libro puntuale, Robert B. Reich sostiene che a Washington non succede niente di buono a meno che i cittadini non siano stimolati e organizzati per assicurarsi che Washington agisca nel bene pubblico. Il primo passo è vedere il quadro generale. Beyond Outrage collega i punti, mostrando perché la crescente quota di reddito e ricchezza in cima ha bloccato il lavoro e la crescita per tutti gli altri, minando la nostra democrazia; ha fatto sì che gli americani diventassero sempre più cinici riguardo alla vita pubblica; e girò molti americani l'uno contro l'altro. Spiega anche perché le proposte del "diritto regressivo" sono completamente sbagliate e forniscono una chiara tabella di marcia su ciò che invece deve essere fatto. Ecco un piano d'azione per tutti coloro che amano il futuro dell'America.

Clicca qui per maggiori informazioni o per ordinare questo libro su Amazon.


Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99%
di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.

Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99% di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.Questo cambia tutto mostra come il movimento Occupy sta cambiando il modo in cui le persone vedono se stessi e il mondo, il tipo di società che credono sia possibile, e il loro coinvolgimento nella creazione di una società che funziona per 99% piuttosto che solo per 1%. I tentativi di incasellare questo movimento decentralizzato e in rapida evoluzione hanno portato a confusione e errata percezione. In questo volume, i redattori di SÌ! Rivista riunire le voci dall'interno e dall'esterno delle proteste per trasmettere le questioni, le possibilità e le personalità associate al movimento Occupy Wall Street. Questo libro contiene contributi di Naomi Klein, David Korten, Rebecca Solnit, Ralph Nader e altri, oltre agli attivisti di Occupy presenti fin dall'inizio.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.



Potrebbe piacerti anche

segui InnerSelf su

facebook icontwitter iconicona di YouTubeicona di instagramicona pintresticona rss

 Ricevi l'ultimo tramite e-mail

Rivista settimanale Ispirazione quotidiana

LINGUE DISPONIBILI

enafarzh-CNzh-TWdanltlfifrdeeliwhihuiditjakomsnofaplptroruesswsvthtrukurvi

PIU 'LEGGI

stregoneria e america 11 15
Cosa ci dice il mito greco sulla stregoneria moderna
by Gioele Christensen
Vivere sulla North Shore di Boston in autunno porta il meraviglioso volgere delle foglie e...
responsabilizzare le imprese 11 14
Come le aziende possono parlare delle sfide sociali ed economiche
by Simon Pek e Sébastien Mena
Le aziende si trovano ad affrontare crescenti pressioni per affrontare sfide sociali e ambientali come...
giovane donna o ragazza in piedi contro un muro di graffiti
La coincidenza come esercizio per la mente
by Bernard Beitman, MD
Prestare molta attenzione alle coincidenze esercita la mente. L'esercizio avvantaggia la mente così come...
diffondere la malattia a casa 11 26
Perché le nostre case possono diventare hotspot COVID
by Becky Tunstal
Stare a casa ha protetto molti di noi dal contrarre il COVID al lavoro, a scuola, nei negozi o...
sindrome della morte infantile improvvisa 11 17
Come proteggere il tuo bambino dalla sindrome della morte improvvisa del lattante
by Rachele Luna
Ogni anno, circa 3,400 neonati statunitensi muoiono improvvisamente e inaspettatamente mentre dormono, secondo il...
donna che tiene la testa, la bocca aperta per la paura
Paura dei risultati: errori, fallimento, successo, ridicolo e altro ancora
by Evelyn C.Rysdyk
Le persone che seguono la struttura di ciò che è stato fatto prima raramente hanno nuove idee, come hanno...
tornare a casa non è fallire 11 15
Perché tornare a casa non significa aver fallito
by Rosa Alessandro
L'idea che il futuro dei giovani sia meglio servito allontanandosi dalle piccole città e dalle zone rurali...
viziare il bambino 11 15
Lasciar piangere o no. Questa è la domanda!
by Amy Radice
Quando un bambino piange, i genitori si chiedono spesso se devono calmare il bambino o lasciare che il bambino...

Nuovi atteggiamenti - Nuove possibilità

InnerSelf.comClimateImpactNews.com | InnerPower.net
MightyNatural.com | WholisticPolitics.com | Mercato InnerSelf
Copyright © 1985 - 2021 Innerself Pubblicazioni. Tutti i diritti riservati.