Mentre il mondo resta a casa, dov'è la voce pandemica?

Mentre il mondo resta a casa, dov'è la voce pandemica?

Da New York a Mosca, da Johannesburg a Buenos Aires, il romanzo coronavirus continua il suo viaggio globale. Il 30 marzo, quasi tre mesi dopo che la Cina ha annunciato la scoperta di COVID-19, la malattia associata al coronavirus, più 780,000 persone sono stati infettati e almeno 37,000 sono morti.

Mentre l'epidemia sembra essere sotto controllo in Cina, gli Stati Uniti sono ora il paese più colpito dalla pandemia. In Europa, sembrerebbero che le misure di contenimento e i blocchi inizino a dare i suoi frutti: in Italia, le cifre indicano un rallentamento del numero di infezioni.

In tutto il mondo i paesi si stanno chiudendo uno dopo l'altro, chiudendo i loro confini e limitando le loro popolazioni sempre più drasticamente. L'Organizzazione mondiale della sanità ha accolto con favore questi sforzi. Il mondo sta rallentando e trattenendo il respiro. Per quanto?

Mentre i ricercatori di tutto il mondo continuano a decifrare le conseguenze di questa situazione senza precedenti e a cercare soluzioni alla crisi, la rete internazionale di Conversation continua a lavorare con loro per informarti nel miglior modo possibile.

Il destino dell'epidemia

Quanto tempo dovremo vivere con COVID-19? Potrebbe forse tornare? La storia e la modellistica delle epidemie possono aiutare a trovare le risposte.

Mentre il mondo resta a casa, dov'è la voce pandemica? Un esempio di una curva di avanzamento della malattia per uno scenario a lungo termine dopo l'epidemia iniziale: rapida eradicazione. Il numero di casi e la durata dell'epidemia a solo scopo illustrativo.

Il destino della pandemia dipenderà ovviamente dalle armi a nostra disposizione per combattere il coronavirus.

La pandemia di coronavirus non deve essere in grado di oscurare altre malattie mortali.

  • Tubercolosi e AIDS. Emily Wong dell'Università di KwaZulu-Natal attira l'attenzione sul fatto che in Sudafrica, COVID-19 si sta aggiungendo alle epidemie esistenti. Gli esperti sono preoccupati per questi pazienti più a rischio di sviluppare forme gravi della malattia.

Una malattia della biodiversità

Come molte malattie infettive che colpiscono l'uomo, la pandemia COVID-19 è una zoonosi: il virus che proviene dagli animali.

  • Pipistrelli? - Ancora una volta, questo nuovo virus probabilmente ha avuto origine da una mazza. Eric Leroy all'Institut de recherche pour le développement spiega perché questi mammiferi sono un "solito sospetto" per la trasmissione di virus all'uomo (in francese).

  • Ma non è giusto biasimarli, perché essi ci servizi importanti e devono essere protetti, afferma Peter Alagona presso l'Università della California, Santa Barbara.

Mentre il mondo resta a casa, dov'è la voce pandemica? Ci sono oltre 1,200 diverse specie di pipistrelli. mmariomm / Flickr, CC BY-NC-SA

Invece di incolpare questi mammiferi volanti, faremmo meglio a mettere in discussione il nostro rapporto con la natura e la biodiversità.

  • Il sintomo di una crisi ambientale globale? Potrebbe anche essere, scrivere Philippe Grandcolas e Jean-Lou Justine al Muséum national d'histoire naturelle (MNHN) (in francese)

  • “Questa non è una tragedia per tutti. Alcuni dei nostri vicini stanno andando meglio da quando ci siamo ritirati nei nostri appartamenti ”, scrive Jérôme Sueur a MNHN. Meno attività umana significa meno rumore, il che è effettivamente una buona cosa uccelli nelle nostre città, in particolare (in francese).

Lockdown lasciato alle spalle

Sempre più di noi sono confinati nella speranza di limitare la diffusione del virus e alleviare la tensione insopportabile sui sistemi sanitari. Ma non tutti sono uguali quando si tratta di misure di blocco e quarantena. Alcuni gruppi sono particolarmente a rischio.

  • Anziani o disabili. Nelle istituzioni medico-sociali, coloro che sono già vulnerabili sono i grandi perdenti delle misure di contenimento, scrive Emmanuelle Fillion all'École des hautes études in santé publique (in francese).

  • Prigionieri. (in francese) Questo è anche il caso dei prigionieri, il cui destino preoccupa l'amministrazione della prigione a causa della loro vicinanza alla prigione.

  • Coloro che non possono essere confinati. Alex Broadbent e Benjamin Smart dell'Università di Johannesburg sottolineano che alcuni non possono essere bloccati, o persino implementati adeguate misure di allontanamento sociale.

Oltre al rischio di blocco, i capi di stato affrontano rischi politici: ogni loro mossa viene esaminata e commentata.

  • Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa non fa eccezione, spiega Richard Calland all'Università di Cape Town, ma finora le misure di blocco del suo governo sembra adeguato, scrive Philip Machanick alla Rhodes University.

  • Al contrario, mentre l'epidemia sta appena entrando in una fase di crescita esponenziale in Indonesia, Iqbal Elyazar presso l'unità di ricerca clinica Eijkman-Oxford e i suoi colleghi stanno sollecitando il governo prendere misure più severe per evitare il disastro.

  • In Francia, Catherine Le Bris all'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne si chiede come conciliare le situazioni di emergenza, la limitazione delle libertà e lo stato di diritto. L'equilibrio sta dentro il rispetto dei diritti umani lei discute (in francese).

- Infine, Michael Baker dell'Università di Otago ritorna al punto essenziale di tutti questi sforzi: controllare la pandemia. È professore di sanità pubblica ed è "Felicissimo" che stanno avvenendo gli arresti.

Disuguaglianze rivelatrici

L'attuale pandemia sta anche esacerbando le disparità.

Ma l'attuale crisi potrebbe anche essere un'opportunità per esplorare modi per ridurre le disuguaglianze e testare nuovi approcci, in particolare quelli economici.

  • "Soldi per elicotteri", una teoria coniata dall'economista Milton Friedman negli anni '1970, potrebbe essere usato per ridurre la disuguaglianza distribuendo denaro direttamente alla popolazione, spiega Baptiste Massenot presso la TBS Business School (in francese).

E infine, in omaggio agli "eroi in camice bianco", The Conversation ha pubblicato a serie di testimonianze da clinici e ricercatori che operano in prima linea nella pandemia - e forniscono consigli sulle conversazioni ora dovremmo avere con i nostri cari.

Circa l'autore

Lionel Cavicchioli, Chef de rubrique Santé, The Conversation

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

Libri consigliati:

Il capitale nel XXI secolo
di Thomas Piketty. (Traduzione di Arthur Goldhammer)

Capitale nella copertina del ventunesimo secolo di Thomas Piketty.In Capitale nel XXI secolo, Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati provenienti da venti paesi, che risale al XVIII secolo, per scoprire i principali modelli economici e sociali. Ma le tendenze economiche non sono atti di Dio. L'azione politica ha frenato le disuguaglianze pericolose in passato, dice Thomas Piketty, e potrebbe farlo di nuovo. Un'opera di straordinaria ambizione, originalità e rigore, Il capitale nel XXI secolo riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci mette di fronte a lezioni di moderazione per oggi. Le sue scoperte trasformeranno il dibattito e fisseranno l'agenda per la prossima generazione di pensiero su ricchezza e disuguaglianza.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Nature's Fortune: come prosperano gli affari e la società investendo nella natura
di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.

Nature's Fortune: come business e società prosperano investendo nella natura di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.Qual è la natura vale la pena? La risposta a questa domanda, che tradizionalmente è stato inquadrato in termini ambientali, sta rivoluzionando il modo di fare business. In Fortune della natura, Mark Tercek, CEO di The Nature Conservancy e ex investment banker e Jonathan Adams, scrittore scientifico, sostengono che la natura non è solo il fondamento del benessere umano, ma anche il più intelligente investimento commerciale che qualsiasi azienda o governo possa fare. Le foreste, le pianure alluvionali e le scogliere di ostriche spesso considerate semplicemente come materie prime o come ostacoli da superare in nome del progresso sono, in effetti, altrettanto importanti per la nostra futura prosperità come tecnologia o legge o innovazione aziendale. Fortune della natura offre una guida essenziale per il benessere economico e ambientale del mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Beyond Outrage: cosa è andato storto con la nostra economia e la nostra democrazia e come risolverlo -- di Robert B. Reich

Al di là di OutrageIn questo libro puntuale, Robert B. Reich sostiene che a Washington non succede niente di buono a meno che i cittadini non siano stimolati e organizzati per assicurarsi che Washington agisca nel bene pubblico. Il primo passo è vedere il quadro generale. Beyond Outrage collega i punti, mostrando perché la crescente quota di reddito e ricchezza in cima ha bloccato il lavoro e la crescita per tutti gli altri, minando la nostra democrazia; ha fatto sì che gli americani diventassero sempre più cinici riguardo alla vita pubblica; e girò molti americani l'uno contro l'altro. Spiega anche perché le proposte del "diritto regressivo" sono completamente sbagliate e forniscono una chiara tabella di marcia su ciò che invece deve essere fatto. Ecco un piano d'azione per tutti coloro che amano il futuro dell'America.

Clicca qui per maggiori informazioni o per ordinare questo libro su Amazon.


Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99%
di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.

Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99% di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.Questo cambia tutto mostra come il movimento Occupy sta cambiando il modo in cui le persone vedono se stessi e il mondo, il tipo di società che credono sia possibile, e il loro coinvolgimento nella creazione di una società che funziona per 99% piuttosto che solo per 1%. I tentativi di incasellare questo movimento decentralizzato e in rapida evoluzione hanno portato a confusione e errata percezione. In questo volume, i redattori di SÌ! Rivista riunire le voci dall'interno e dall'esterno delle proteste per trasmettere le questioni, le possibilità e le personalità associate al movimento Occupy Wall Street. Questo libro contiene contributi di Naomi Klein, David Korten, Rebecca Solnit, Ralph Nader e altri, oltre agli attivisti di Occupy presenti fin dall'inizio.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.



enafarZH-CNzh-TWnltlfifrdehiiditjakomsnofaptruessvtrvi

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}

DAGLI EDITORI

Perché Donald Trump potrebbe essere il più grande perdente della storia
by Robert Jennings, InnerSelf.com
Aggiornato il 2 luglio 20020 - Tutta questa pandemia di coronavirus sta costando una fortuna, forse 2 o 3 o 4 fortune, tutte di dimensioni sconosciute. Oh sì, e centinaia di migliaia, forse un milione di persone moriranno ...
Blue-Eyes vs Brown Eyes: come viene insegnato il razzismo
by Marie T. Russell, InnerSelf
In questo episodio dell'Oprah Show del 1992, la pluripremiata attivista ed educatrice anti-razzismo Jane Elliott ha insegnato al pubblico una dura lezione sul razzismo dimostrando quanto sia facile imparare il pregiudizio.
Un cambiamento sta per arrivare...
by Marie T. Russell, InnerSelf
(30 maggio 2020) Mentre guardo le notizie sugli eventi di Philadephia e di altre città del paese, il mio cuore fa male per ciò che sta traspirando. So che questo fa parte del grande cambiamento che sta prendendo ...
Una canzone può elevare il cuore e l'anima
by Marie T. Russell, InnerSelf
Ho diversi modi in cui uso per cancellare l'oscurità dalla mia mente quando trovo che si è insinuato. Uno è il giardinaggio o il trascorrere del tempo nella natura. L'altro è il silenzio. Un altro modo è leggere. E uno che ...
Mascotte della pandemia e tema musicale per il distanziamento sociale e l'isolamento
by Marie T. Russell, InnerSelf
Mi sono imbattuto in una canzone di recente e mentre ascoltavo i testi, ho pensato che sarebbe stata una canzone perfetta come "tema musicale" per questi tempi di isolamento sociale. (Testo sotto il video.)