Le aziende più grandi pagano la tassa minima, lasciando la società più vulnerabile alla pandemia

Le aziende più grandi pagano la tassa minima, lasciando la società più vulnerabile alla pandemia Vantaggi giganti. Bloomicon

La pandemia di coronavirus sta scuotendo i mercati finanziari, interrompendo le catene di approvvigionamento e riducendo drasticamente la spesa dei consumatori. La crisi sta colpendo artisti del calibro di compagnie aeree e rivenditori di strada particolarmente duri e sta decimando molte piccole imprese. Sfortunatamente, questo si sta rivelando devastante per milioni di lavoratori precari e a basso reddito in tutto il mondo.

Molti governi - tra cui Regno Unito e la US - hanno annunciato pacchetti di incentivi fiscali, tra cui sgravi fiscali, a privati ​​e imprese. Tali misure sono benvenute, ma le nostre nuova ricerca suggerisce che dovrebbero essere intesi contro cambiamenti più ampi nel regime fiscale che lasciano la società meno in grado di resistere alla pandemia.

Come dimostriamo guardando le società americane, questi cambiamenti rafforzano la disuguaglianza non solo tra le grandi e le piccole imprese, ma anche tra le famiglie ad alto e basso reddito. Il risultato è un tessuto sociale sfilacciato attraverso il quale il coronavirus può diffondersi rapidamente.

Il grande sconto

Il grafico seguente mappa l'aliquota fiscale effettiva mondiale - l'aliquota effettivamente pagata rispetto a quella stabilita dai governi - per le società non finanziarie statunitensi quotate in borsa. Le barre grigie scure mostrano l'aliquota fiscale media del 10% superiore delle società classificate in base alle entrate, mentre le barre grigie chiare mostrano il 90% inferiore. La riga sopra le barre mostra il rapporto tra l'aliquota fiscale del 10% superiore rispetto al 90% inferiore.

Aliquote fiscali effettive a livello mondiale

Le aziende più grandi pagano la tassa minima, lasciando la società più vulnerabile alla pandemia Fonte: Compustat / Wharton Research Data Services. Sandy Hager / Joseph Baines

Ciò dimostra che il sistema fiscale mondiale era progressivo negli anni '1970, con le società più grandi che pagavano aliquote leggermente più alte di quelle più piccole. A metà degli anni '1980 il sistema era diventato fortemente regressivo e da allora è rimasto tale. Per il 2015-18, le società quotate più piccole hanno effettivamente pagato un tasso del 41% sui loro profitti, mentre le società più grandi hanno pagato il 28%.


Ricevi le ultime novità da InnerSelf


Cosa spiega questo persistente vantaggio fiscale per le grandi società? Stanno giocando il sistema domestico? O godono di un vantaggio fiscale estero perché hanno le risorse per eludere le tasse e spostare i profitti in giurisdizioni a bassa tassazione? Per rispondere a queste domande, abbiamo confrontato l'aliquota fiscale sul reddito domestico con l'aliquota sul reddito estero.

I grafici seguenti mostrano quanto le società statunitensi pagano effettivamente le tasse a diverse autorità. Ancora una volta confrontando le più grandi società del 10% con il resto, il grafico in alto a sinistra si concentra sui pagamenti delle tasse negli Stati Uniti nel loro insieme. Il grafico in alto a destra analizza le tasse federali statunitensi, mentre il grafico in basso a sinistra è per le tasse totali pagate agli Stati USA. Questi tre grafici mostrano che l'intero sistema fiscale nazionale, sia a livello federale che a livello statale, è stato persistentemente distorto verso le grandi società dalla metà degli anni '1980.

Aliquote fiscali effettive per giurisdizione

Le aziende più grandi pagano la tassa minima, lasciando la società più vulnerabile alla pandemia Fonte: Compustat / Wharton Research Data Services. Sandy Hager / Joseph Baines

Questo è diverso da quello che le società americane pagano ad altri paesi, come mostrato nel grafico etichettato "straniero" nell'angolo in basso a destra. Questo tasso è diminuito drasticamente sia per le aziende sempre più grandi, adattandosi al saggezza convenzionale che la concorrenza fiscale si è intensificata con la globalizzazione. Fino alla fine degli anni '1990, tuttavia, la struttura fiscale estera negli Stati Uniti era progressiva, il che significa che le maggiori società pagavano di più. Questo è ora invertito, proprio come ha fatto per le tasse domestiche diversi decenni prima.

Concentrazione e disuguaglianza

Perché dovremmo preoccuparci se le grandi imprese hanno un vantaggio fiscale persistente? Un problema è che il sistema fiscale incoraggia le imprese a concentrarsi in entità sempre più grandi. Negli ultimi anni ci sono state crescenti preoccupazioni per il dominio delle grandi imprese nelle economie avanzate, compresi gli Stati Uniti. Studi mostrano che quando le grandi società prendono quote più elevate di entrate, profitti e beni, applicano anche prezzi più elevati, pagano salari più bassi, forniscono beni e servizi di qualità inferiore e riducono l'innovazione e gli investimenti.

ponte dibattito politico si è concentrato sui governi che hanno ritirato la legislazione antitrust per porre rimedio a questa concentrazione di imprese. La nostra ricerca suggerisce che, come minimo, l'imposta sulle società dovrebbe far parte di questa conversazione: il sistema fiscale globale premia le società per aver raggiunto dimensioni che sono effettivamente dannose per la società. Ciò può includere l'impedimento della nostra capacità di mitigare la diffusione del coronavirus.

Prendi il settore farmaceutico notoriamente concentrato, che era già stato accusato di a crescente problema di carenza di droghe ben prima dell'arrivo della pandemia - in parte dovuto a decisioni aziendali di interrompere i vecchi prodotti che non erano abbastanza redditizi. Lobbisti per il grande pharma erano anche blocco riuscito disposizioni in una nuova legge sulla spesa di emergenza per coronavirus da 8.3 miliardi di dollari (6.7 miliardi di dollari) che affronterebbe i prezzi sleali e minacciava quindi i diritti di proprietà intellettuale delle società sui medicinali essenziali.

Le aziende più grandi pagano la tassa minima, lasciando la società più vulnerabile alla pandemia La carenza di droghe minaccia ulteriori difficoltà. Daniel Farer Paez

Il vantaggio fiscale delle grandi imprese aiuta anche ad allargare la disuguaglianza delle famiglie. I sostenitori affermano spesso che il risparmio fiscale consente alle imprese di espandere la capacità produttiva, l'occupazione e i salari, e quindi di creare una prosperità diffusa. Ancora la nostra ricerca mostra che il tasso che pagano effettivamente diminuisce in tutto il mondo, le grandi società riducono le spese in conto capitale.

Se le grandi aziende non usano il loro vantaggio fiscale per espandere la capacità produttiva, cosa ci fanno? Secondo i nostri risultati, stanno arricchendo i loro azionisti.

Negli anni '1970, le grandi società hanno stanziato 30 centesimi per pagamenti di dividendi e riacquisti di azioni per ogni dollaro di spese in conto capitale. Dal 2010 al 18, l'importo che hanno speso per arricchire i loro azionisti è salito a 93 centesimi.

Questo aumento non sarebbe un tale problema se la proprietà azionaria fosse ampiamente dispersa, ma non è. Il 1% superiore delle famiglie statunitensi possiede, direttamente o indirettamente, il 40% di tutte le quote societarie e il 10% superiore delle famiglie possiede l'84%.

Quindi il regime fiscale delle società ha alimentato la disuguaglianza, che è un vettore importante per la diffusione del coronavirus. Molte persone a basso reddito sono costrette a fare la scelta straziante tra andare al lavoro e potenzialmente contrarre e diffondere il coronavirus, o rimanere a casa e non riuscire a far quadrare i conti.

Le misure del governo per gli individui e le piccole imprese sono un gradito, ma per nulla sufficiente, tentativo di migliorare i problemi che il regime fiscale regressivo ha contribuito a creare. Usiamo anche questa crisi come un'opportunità per riformare il sistema fiscale in modi che aiutano a combattere la disuguaglianza e ridurre la concentrazione delle imprese.The Conversation

Circa l'autore

Sandy Brian Hager, Senior Lecturer in International Political Economy, Città, Università di Londra e Joseph Baines, docente di economia politica internazionale, King College di Londra

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

Libri consigliati:

Il capitale nel XXI secolo
di Thomas Piketty. (Traduzione di Arthur Goldhammer)

Capitale nella copertina del ventunesimo secolo di Thomas Piketty.In Capitale nel XXI secolo, Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati provenienti da venti paesi, che risale al XVIII secolo, per scoprire i principali modelli economici e sociali. Ma le tendenze economiche non sono atti di Dio. L'azione politica ha frenato le disuguaglianze pericolose in passato, dice Thomas Piketty, e potrebbe farlo di nuovo. Un'opera di straordinaria ambizione, originalità e rigore, Il capitale nel XXI secolo riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci mette di fronte a lezioni di moderazione per oggi. Le sue scoperte trasformeranno il dibattito e fisseranno l'agenda per la prossima generazione di pensiero su ricchezza e disuguaglianza.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Nature's Fortune: come prosperano gli affari e la società investendo nella natura
di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.

Nature's Fortune: come business e società prosperano investendo nella natura di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.Qual è la natura vale la pena? La risposta a questa domanda, che tradizionalmente è stato inquadrato in termini ambientali, sta rivoluzionando il modo di fare business. In Fortune della natura, Mark Tercek, CEO di The Nature Conservancy e ex investment banker e Jonathan Adams, scrittore scientifico, sostengono che la natura non è solo il fondamento del benessere umano, ma anche il più intelligente investimento commerciale che qualsiasi azienda o governo possa fare. Le foreste, le pianure alluvionali e le scogliere di ostriche spesso considerate semplicemente come materie prime o come ostacoli da superare in nome del progresso sono, in effetti, altrettanto importanti per la nostra futura prosperità come tecnologia o legge o innovazione aziendale. Fortune della natura offre una guida essenziale per il benessere economico e ambientale del mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Beyond Outrage: cosa è andato storto con la nostra economia e la nostra democrazia e come risolverlo -- di Robert B. Reich

Al di là di OutrageIn questo libro puntuale, Robert B. Reich sostiene che a Washington non succede niente di buono a meno che i cittadini non siano stimolati e organizzati per assicurarsi che Washington agisca nel bene pubblico. Il primo passo è vedere il quadro generale. Beyond Outrage collega i punti, mostrando perché la crescente quota di reddito e ricchezza in cima ha bloccato il lavoro e la crescita per tutti gli altri, minando la nostra democrazia; ha fatto sì che gli americani diventassero sempre più cinici riguardo alla vita pubblica; e girò molti americani l'uno contro l'altro. Spiega anche perché le proposte del "diritto regressivo" sono completamente sbagliate e forniscono una chiara tabella di marcia su ciò che invece deve essere fatto. Ecco un piano d'azione per tutti coloro che amano il futuro dell'America.

Clicca qui per maggiori informazioni o per ordinare questo libro su Amazon.


Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99%
di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.

Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99% di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.Questo cambia tutto mostra come il movimento Occupy sta cambiando il modo in cui le persone vedono se stessi e il mondo, il tipo di società che credono sia possibile, e il loro coinvolgimento nella creazione di una società che funziona per 99% piuttosto che solo per 1%. I tentativi di incasellare questo movimento decentralizzato e in rapida evoluzione hanno portato a confusione e errata percezione. In questo volume, i redattori di SÌ! Rivista riunire le voci dall'interno e dall'esterno delle proteste per trasmettere le questioni, le possibilità e le personalità associate al movimento Occupy Wall Street. Questo libro contiene contributi di Naomi Klein, David Korten, Rebecca Solnit, Ralph Nader e altri, oltre agli attivisti di Occupy presenti fin dall'inizio.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.



enafarZH-CNzh-TWnltlfifrdehiiditjakomsnofaptruessvtrvi

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}

DAGLI EDITORI

Blue-Eyes vs Brown Eyes: come viene insegnato il razzismo
by Marie T. Russell, InnerSelf
In questo episodio dell'Oprah Show del 1992, la pluripremiata attivista ed educatrice anti-razzismo Jane Elliott ha insegnato al pubblico una dura lezione sul razzismo dimostrando quanto sia facile imparare il pregiudizio.
Un cambiamento sta per arrivare...
by Marie T. Russell, InnerSelf
(30 maggio 2020) Mentre guardo le notizie sugli eventi di Philadephia e di altre città del paese, il mio cuore fa male per ciò che sta traspirando. So che questo fa parte del grande cambiamento che sta prendendo ...
Una canzone può elevare il cuore e l'anima
by Marie T. Russell, InnerSelf
Ho diversi modi in cui uso per cancellare l'oscurità dalla mia mente quando trovo che si è insinuato. Uno è il giardinaggio o il trascorrere del tempo nella natura. L'altro è il silenzio. Un altro modo è leggere. E uno che ...
Perché Donald Trump potrebbe essere il più grande perdente della storia
by Robert Jennings, InnerSelf.com
Tutta questa pandemia di coronavirus sta costando una fortuna, forse 2 o 3 o 4 fortune, tutte di dimensioni sconosciute. Oh sì, e centinaia di migliaia, forse un milione di persone moriranno prematuramente come diretto ...
Mascotte della pandemia e tema musicale per il distanziamento sociale e l'isolamento
by Marie T. Russell, InnerSelf
Mi sono imbattuto in una canzone di recente e mentre ascoltavo i testi, ho pensato che sarebbe stata una canzone perfetta come "tema musicale" per questi tempi di isolamento sociale. (Testo sotto il video.)