Cosa può imparare l'economia americana dal modello nordico

Cosa può imparare l'economia americana dal modello nordico
Lo stabilimento di Torslanda Works a Torslanda, in Svezia, è uno dei più grandi impianti di produzione di Volvo. Foto di Anna Mutter / Fotogloria / Universal Images Group / Getty Images

La crisi degli oppiacei negli Stati Uniti si sta svolgendo da anni e non mostra segni di arresto. Quando cerchiamo soluzioni, possiamo fare di più che regolamentare le aziende farmaceutiche. Una nuova ricerca fornisce l'indizio: possiamo affrontare una causa alla base della morte di oppioidi creando al contempo un'economia più verde e più giusta.

Un nuovo studio dell'Università della Pennsylvania riportato da Il Washington Post a dicembre 2019 lo dimostra oppioidi overdose arricchito in comunità in cui le fabbriche automobilistiche hanno chiuso. Secondo Atheendar Venkataramani, autore principale dello studio e professore presso la Perelman School of Medicine dell'università, l'instabilità economica può influire sul benessere mentale delle persone e aumentare il rischio di abuso di sostanze.

"I nostri risultati confermano l'intuizione generale secondo cui il declino delle opportunità economiche potrebbe aver avuto un ruolo significativo nel guidare la crisi degli oppioidi", ha scritto Venkataramani.

La nuova scoperta solleva una grave sfida. I nostri cuori possono andare agli individui e alle famiglie coinvolti in questa tragedia. Ma come possiamo affrontare una crisi di salute pubblica radicata nell'economia moderna? Gli arresti di fabbrica non sono il risultato della globalizzazione e dell'accelerazione del cambiamento tecnologico? Cosa possiamo fare che?

Danimarca, Norvegia e Svezia hanno politiche economiche di grande successo che riducono la dipendenza e il suicidio.

Ho trovato buone notizie nella ricerca di alcuni piccoli paesi che sono ancora più in balia delle forze del mercato globale di noi: Danimarca, Norvegia e Svezia. Questi paesi hanno politiche economiche di grande successo che riducono la dipendenza e il suicidio. Anche se è difficile credere che i nordici vivano inverni lunghi e bui, sono addirittura in cima alle classifiche come "le persone più felici del mondo". Come fanno?

Un secolo fa si trovavano in una situazione di così grave difficoltà economica da emorragare la propria gente, con gli scandinavi in ​​fuga in Canada e negli Stati Uniti. Quelli che rimasero decisero di innovare, alla grande. Hanno provato ciò che gli imprenditori di oggi potrebbero chiamare "distruzione creativa", riorganizzando le loro economie per mettere al primo posto le persone. Gli estranei che osservano le innovazioni scandinave come "esperimenti di laboratorio" potrebbero trovare idee che possiamo usare.


Ricevi le ultime novità da InnerSelf


La Danimarca, la Svezia e la Norvegia hanno scelto negli anni '1920 e '30 di inventare un modello economico alternativo che mettesse al primo posto il benessere della popolazione, anziché il benessere del capitale; gli economisti lo chiamano "il modello nordico".

L'idea era che se le famiglie lavoratrici di un paese fossero sostenute da assistenza sanitaria garantita, istruzione gratuita, alloggi e assistenza all'infanzia convenienti, ambienti sani, tempo libero e sicurezza del lavoro, sarebbero lavoratori produttivi. I soldi da pagare per questo investimento verrebbero da quelli con molto più denaro di quanto avessero bisogno.

Il risultato fu una prosperità condivisa.

Su molti indicatori economici, le socialdemocrazie nordiche hanno superato i paesi che aderivano a un approccio capitalista di libero mercato. Lontano dallo stereotipo di diventare "stati di babysitter", i nordici hanno avuto una maggiore partecipazione alla forza lavoro rispetto agli Stati Uniti e una maggiore produttività del lavoro; La Norvegia ha anche più start-up pro capite rispetto agli Stati Uniti

Se un'economia non funziona bene, cambiarla!

Questo esperimento ha funzionato per produrre molti lavoratori "get-up-and-go" che, con alti tassi di sindacalizzazione e abbondante supporto per l'educazione tecnica, sono diventati "l'oca che ha deposto l'uovo d'oro".

Ho intervistato un CEO norvegese che mi ha detto quanto è contento del sistema: “Posso contare sui miei lavoratori quando riesco a rispettare le scadenze, perché siamo una squadra, sono ben trattati e sanno cosa stai facendo. ”An Inc. Magazine il giornalista ha chiesto a un CEO norvegese che paga circa la metà del suo reddito annuo in tasse cosa ne pensasse. “Il sistema fiscale è buono, è giusto," Egli ha detto. “Quello che stiamo facendo quando paghiamo le tasse è l'acquisto di un prodotto. Quindi la domanda non è quanto paghi per il prodotto; è la qualità del prodotto. "

Il principio della sicurezza del lavoro era alla base. La formazione professionale gratuita e l'istruzione superiore hanno migliorato le capacità della forza lavoro e hanno sostenuto i lavoratori che volevano passare a nuovi posti di lavoro. Le famiglie avevano qualcosa su cui contare e potevano pianificare il loro futuro. I sogni infranti e le tristi prospettive degli operai nella cintura antiruggine degli Stati Uniti non si sono presentati in Scandinavia.

Tuttavia, negli anni '1980 il mondo stava cambiando anche per la Scandinavia. Lo sviluppo tecnologico e la globalizzazione hanno accelerato. I beni fabbricati altrove divennero meno costosi di quanto non potessero farli gli scandinavi. I governi nordici si sono trovati a sovvenzionare le industrie locali al fine di prevenire la chiusura delle fabbriche. Sì, stavano dando la priorità ai lavoratori prima del capitale, come promesso dal modello, ma a un costo crescente per la nazione nel suo insieme.

La Danimarca è stata la prima nazione a provare qualcosa di diverso. Prendendo in prestito un'idea olandese e rendendola più solida, negli anni '1990 i danesi adottarono la "flessicurezza". Il governo non avrebbe più finanziato una fabbrica per tenerla aperta. I proprietari delle fabbriche sarebbero liberi di prendere il loro capitale e fare qualcos'altro con esso. Il nuovo accordo dei danesi era che se una fabbrica fosse chiusa, il governo avrebbe sostenuto il sostegno diretto per i lavoratori.

La flessicurezza significava formazione professionale per altri lavori, un alto livello di mantenimento dei salari mentre i lavoratori si stavano formando e cercavano i loro nuovi posti di lavoro e supporto per il trasferimento se necessario per trasferirsi. In altre parole, anche per i cinquantenni, la perdita del posto di lavoro non significava disoccupazione permanente per il resto della vita dei lavoratori. Per molti lavoratori, ha significato un nuovo inizio.

Mi ricorda il pensiero del presidente Franklin Delano Roosevelt negli anni '1930 con il suo New Deal: se un'economia non funziona bene, cambiatela!

Una volta adottata la flessicurezza dalla Danimarca, seguirono Svezia e Norvegia. Nel 2007 il Consiglio dell'Unione europea ha esaminato attentamente i risultati e ha raccomandato la flessicurezza per tutti i paesi membri dell'UE.

Sebbene il New Deal verde, come è stato proposto nel 2019, sia stato visto come un modo per affrontare l'emergenza climatica, è sufficientemente olistico da essere un possibile ponte per la flessicurezza per gli Stati Uniti La linea di fondo è la stessa: la speranza per coloro che sono a rischio di essere lasciato indietro.

L'epidemia di oppiacei americani e l'aumento del tasso di suicidi richiedono una risposta energica.

Gli Stati Uniti sono molto più ricchi dei paesi nordici quando decisero di ristrutturare le loro economie. Gli scandinavi dovevano diffondersi meno per la loro visione dell'abbondanza condivisa, ma decisero di pensare in grande e rischiare agendo sui loro valori più profondi.

Possiamo essere così audaci?

Circa l'autore

George Lakey è professore in pensione presso lo Swarthmore College e attivista, sociologo e scrittore di lunga data. I suoi libri includere Come vinciamo: una guida per la campagna di azione diretta nonviolenta e Viking Economics: come gli scandinavi hanno capito bene e anche come possiamo.

Questo articolo è originariamente apparso su SÌ! Rivista


Ricorda il tuo futuro
il 3 novembre

Smokey Bear in stile zio Sam solo You.jpg

Scopri le problematiche e ciò che è in gioco nelle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 3 novembre 2020.

Troppo presto? Non ci scommettere. Le forze sono conniventi per impedirti di dire la tua in futuro.

Questa è la più grande e questa elezione potrebbe essere per TUTTI i marmi. Allontanati a tuo rischio e pericolo.

Solo tu puoi prevenire il furto "futuro"

Segui InnerSelf.com
"Ricorda il tuo futuro"copertura


Libri consigliati:

Il capitale nel XXI secolo
di Thomas Piketty. (Traduzione di Arthur Goldhammer)

Capitale nella copertina del ventunesimo secolo di Thomas Piketty.In Capitale nel XXI secolo, Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati provenienti da venti paesi, che risale al XVIII secolo, per scoprire i principali modelli economici e sociali. Ma le tendenze economiche non sono atti di Dio. L'azione politica ha frenato le disuguaglianze pericolose in passato, dice Thomas Piketty, e potrebbe farlo di nuovo. Un'opera di straordinaria ambizione, originalità e rigore, Il capitale nel XXI secolo riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci mette di fronte a lezioni di moderazione per oggi. Le sue scoperte trasformeranno il dibattito e fisseranno l'agenda per la prossima generazione di pensiero su ricchezza e disuguaglianza.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Nature's Fortune: come prosperano gli affari e la società investendo nella natura
di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.

Nature's Fortune: come business e società prosperano investendo nella natura di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.Qual è la natura vale la pena? La risposta a questa domanda, che tradizionalmente è stato inquadrato in termini ambientali, sta rivoluzionando il modo di fare business. In Fortune della natura, Mark Tercek, CEO di The Nature Conservancy e ex investment banker e Jonathan Adams, scrittore scientifico, sostengono che la natura non è solo il fondamento del benessere umano, ma anche il più intelligente investimento commerciale che qualsiasi azienda o governo possa fare. Le foreste, le pianure alluvionali e le scogliere di ostriche spesso considerate semplicemente come materie prime o come ostacoli da superare in nome del progresso sono, in effetti, altrettanto importanti per la nostra futura prosperità come tecnologia o legge o innovazione aziendale. Fortune della natura offre una guida essenziale per il benessere economico e ambientale del mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Beyond Outrage: cosa è andato storto con la nostra economia e la nostra democrazia e come risolverlo -- di Robert B. Reich

Al di là di OutrageIn questo libro puntuale, Robert B. Reich sostiene che a Washington non succede niente di buono a meno che i cittadini non siano stimolati e organizzati per assicurarsi che Washington agisca nel bene pubblico. Il primo passo è vedere il quadro generale. Beyond Outrage collega i punti, mostrando perché la crescente quota di reddito e ricchezza in cima ha bloccato il lavoro e la crescita per tutti gli altri, minando la nostra democrazia; ha fatto sì che gli americani diventassero sempre più cinici riguardo alla vita pubblica; e girò molti americani l'uno contro l'altro. Spiega anche perché le proposte del "diritto regressivo" sono completamente sbagliate e forniscono una chiara tabella di marcia su ciò che invece deve essere fatto. Ecco un piano d'azione per tutti coloro che amano il futuro dell'America.

Clicca qui per maggiori informazioni o per ordinare questo libro su Amazon.


Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99%
di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.

Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99% di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.Questo cambia tutto mostra come il movimento Occupy sta cambiando il modo in cui le persone vedono se stessi e il mondo, il tipo di società che credono sia possibile, e il loro coinvolgimento nella creazione di una società che funziona per 99% piuttosto che solo per 1%. I tentativi di incasellare questo movimento decentralizzato e in rapida evoluzione hanno portato a confusione e errata percezione. In questo volume, i redattori di SÌ! Rivista riunire le voci dall'interno e dall'esterno delle proteste per trasmettere le questioni, le possibilità e le personalità associate al movimento Occupy Wall Street. Questo libro contiene contributi di Naomi Klein, David Korten, Rebecca Solnit, Ralph Nader e altri, oltre agli attivisti di Occupy presenti fin dall'inizio.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.



enafarZH-CNzh-TWnltlfifrdehiiditjakomsnofaptruessvtrvi

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}

DAGLI EDITORI

Il giorno del reckoning è arrivato per il GOP
by Robert Jennings, InnerSelf.com
Il partito repubblicano non è più un partito politico filoamericano. È un partito pseudo-politico illegittimo pieno di radicali e reazionari il cui obiettivo dichiarato è quello di interrompere, destabilizzare e ...
Perché Donald Trump potrebbe essere il più grande perdente della storia
by Robert Jennings, InnerSelf.com
Aggiornato il 2 luglio 20020 - Tutta questa pandemia di coronavirus sta costando una fortuna, forse 2 o 3 o 4 fortune, tutte di dimensioni sconosciute. Oh sì, e centinaia di migliaia, forse un milione di persone moriranno ...
Blue-Eyes vs Brown Eyes: come viene insegnato il razzismo
by Marie T. Russell, InnerSelf
In questo episodio dell'Oprah Show del 1992, la pluripremiata attivista ed educatrice anti-razzismo Jane Elliott ha insegnato al pubblico una dura lezione sul razzismo dimostrando quanto sia facile imparare il pregiudizio.
Un cambiamento sta per arrivare...
by Marie T. Russell, InnerSelf
(30 maggio 2020) Mentre guardo le notizie sugli eventi di Philadephia e di altre città del paese, il mio cuore fa male per ciò che sta traspirando. So che questo fa parte del grande cambiamento che sta prendendo ...
Una canzone può elevare il cuore e l'anima
by Marie T. Russell, InnerSelf
Ho diversi modi in cui uso per cancellare l'oscurità dalla mia mente quando trovo che si è insinuato. Uno è il giardinaggio o il trascorrere del tempo nella natura. L'altro è il silenzio. Un altro modo è leggere. E uno che ...