3 motivi per cui COVID ha cambiato il modo di fare acquisti, forse per sempre

3 motivi per cui COVID ha cambiato il modo di fare acquisti, forse per sempre

È sbagliato aspettarsi uno "snap-back" in centri commerciali, food court, cinema e altri luoghi in cui le persone erano solite radunarsi per spendere soldi.

Abbiamo identificato tre motivi per cui la spesa nei negozi fisici per merci come i vestiti è probabile che rimanga molto più bassa di quanto non fosse per lungo tempo.

1. Paura, in gran parte basata sull'età

In primo luogo, anche quando i governi allentano le restrizioni, molte persone saranno ancora preoccupate e usciranno di meno. A meno che non ci siano zero casi per diverse settimane in uno stato o in una città, molte persone resteranno riluttanti ad uscire.

Questo è il motivo per cui in precedenza abbiamo sostenuto che esiste un grande dividendo eliminando COVID-19 nello stile della Nuova Zelanda, del Territorio del Nord e dell'Australia meridionale, piuttosto che urtare insieme alla "soppressione" - e diversi nuovi casi acquisiti localmente al giorno - come sta ancora facendo Victoria.

Questa riluttanza ad uscire e spendere, indipendentemente dalle restrizioni governative, potrebbe essere vista in Australia prima che le restrizioni governative fossero imposte, come mostrato nella scheda "Consumatori e mobilità" del Grattan Econ Tracker.

Gli effetti della paura non dovrebbero essere sottovalutati.

Spesa in Svezia è caduto quasi quanto in Danimarca, anche quando la Danimarca era in blocco e la Svezia aveva restrizioni minime. Gli svedesi hanno paura di uscire, soprattutto se sono anziani.


Ricevi le ultime novità da InnerSelf


La spesa delle persone di età superiore ai 70 anni è diminuita ulteriormente in Svezia che in Danimarca, e 60-69 anni hanno ridotto le loro spese di circa lo stesso importo in entrambi i paesi.

Questo non è sorprendente. COVID-19 è molto più mortale per le persone anziane.

La paura basata sull'età è una sfida per i rivenditori perché le famiglie più anziane ora spendono molto più delle famiglie più giovani. 25 anni fa era il viceversa.

2. È tempo di formare nuove abitudini

In secondo luogo, è probabile che continuiamo a spendere per cose diverse e utilizzando canali diversi, anche dopo che le restrizioni sono state revocate.

Le abitudini tendono a formarsi quando il comportamento cambia in modo coerente. Si rafforzano nel tempo e sono particolarmente appiccicosi una volta che il comportamento è stato coerente per a periodo di mesi - e viviamo con il blocco da così tanto tempo in Australia.

Una volta formate, le nuove abitudini possono persistere a meno che non ci sia un altro shock.

Gli australiani sono abituati a fare più acquisti online. Si sono abituati a spendere di più per vivere comodamente a casa e meno per vestiti per l'ufficio e per uscire.

Dopo l'arresto, è probabile che le persone continuino a lavorare da casa più spesso.

Le abitudini di fare acquisti a distanza, e di spendere di più per l'arredamento della casa e meno per i vestiti, continueranno probabilmente e probabilmente continuerebbero anche se COVID-19 svanisse domani.

3. Recessione globale

In terzo luogo, indipendentemente dalle norme e dai comportamenti COVID-19, ci stiamo dirigendo verso un "vecchio stile", profonda recessione sincronizzata a livello globale.

Per il momento, JobKeeper, temporaneamente potenziato In cerca di lavoro pagamento e un recente bounceback, hanno provocato spese per carte di credito e debito un po 'di più rispetto a questa volta l'anno scorso.

Ma la disoccupazione è balzata a Il 7.1% di giovedì. Quel tasso ufficiale capisce quanto siano brutte le cose.

A maggio altri 227,700 australiani hanno perso il lavoro (oltre 607,400 ad aprile).

Ma solo 85,000 di loro erano considerati disoccupati. Quando e se la maggior parte di queste persone cerca lavoro, il tasso di disoccupazione aumenterà ulteriormente.


Australiani impiegati, totale

È sbagliato aspettarsi uno "snap-back" in centri commerciali, food court, cinema e altri luoghi in cui le persone erano solite radunarsi per spendere soldi. Comprende gli australiani considerati ancora impiegati perché occupati da JobKeeper. ABS 6202.0


Dopo JobKeeper termina a settembre (o è eliminato gradualmente a seguito della revisione del governo) anche molti dei tre milioni di persone che lo compongono verranno considerati disoccupati.

Gli australiani che hanno perso il lavoro probabilmente spenderanno meno di prima.

Dopo ciascuna delle due precedenti recessioni ci sono voluti anni per recuperare l'occupazione.

Non è necessario recuperare la spesa dopo COVID

Questi tre fattori - paura, nuove abitudini e recessione - sono presenti in paesi e regioni che sembrano essere ben lontani dal coronavirus.

Gran parte della Cina è stata libera dalla maggior parte delle restrizioni governative per mesi. La spesa per produzione e infrastrutture è tornata in gran parte ai livelli pre-COVID.

Ma l'attività dei consumatori è ancora sotto i livelli pre-COVIDe si sta alzando lentamente.

L'Australia potrebbe vedere una "festa di apertura" il giorno in cui ogni particolare restrizione COVID-19 viene revocata.

Ma dopo, la migliore ipotesi è che la spesa dei consumatori rimarrà molto contenuta e riorientata per lungo tempo.

Per quelli più colpiti settori e regioni - in particolare arte e ricreazione, ospitalità e abbigliamento - il dolore continuerà per molto tempo dopo che le restrizioni saranno state revocate.The Conversation

Circa l'autore

John Daley, Amministratore delegato, Grattan Institute

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi il articolo originale.

Libri consigliati:

Il capitale nel XXI secolo
di Thomas Piketty. (Traduzione di Arthur Goldhammer)

Capitale nella copertina del ventunesimo secolo di Thomas Piketty.In Capitale nel XXI secolo, Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati provenienti da venti paesi, che risale al XVIII secolo, per scoprire i principali modelli economici e sociali. Ma le tendenze economiche non sono atti di Dio. L'azione politica ha frenato le disuguaglianze pericolose in passato, dice Thomas Piketty, e potrebbe farlo di nuovo. Un'opera di straordinaria ambizione, originalità e rigore, Il capitale nel XXI secolo riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci mette di fronte a lezioni di moderazione per oggi. Le sue scoperte trasformeranno il dibattito e fisseranno l'agenda per la prossima generazione di pensiero su ricchezza e disuguaglianza.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Nature's Fortune: come prosperano gli affari e la società investendo nella natura
di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.

Nature's Fortune: come business e società prosperano investendo nella natura di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.Qual è la natura vale la pena? La risposta a questa domanda, che tradizionalmente è stato inquadrato in termini ambientali, sta rivoluzionando il modo di fare business. In Fortune della natura, Mark Tercek, CEO di The Nature Conservancy e ex investment banker e Jonathan Adams, scrittore scientifico, sostengono che la natura non è solo il fondamento del benessere umano, ma anche il più intelligente investimento commerciale che qualsiasi azienda o governo possa fare. Le foreste, le pianure alluvionali e le scogliere di ostriche spesso considerate semplicemente come materie prime o come ostacoli da superare in nome del progresso sono, in effetti, altrettanto importanti per la nostra futura prosperità come tecnologia o legge o innovazione aziendale. Fortune della natura offre una guida essenziale per il benessere economico e ambientale del mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Beyond Outrage: cosa è andato storto con la nostra economia e la nostra democrazia e come risolverlo -- di Robert B. Reich

Al di là di OutrageIn questo libro puntuale, Robert B. Reich sostiene che a Washington non succede niente di buono a meno che i cittadini non siano stimolati e organizzati per assicurarsi che Washington agisca nel bene pubblico. Il primo passo è vedere il quadro generale. Beyond Outrage collega i punti, mostrando perché la crescente quota di reddito e ricchezza in cima ha bloccato il lavoro e la crescita per tutti gli altri, minando la nostra democrazia; ha fatto sì che gli americani diventassero sempre più cinici riguardo alla vita pubblica; e girò molti americani l'uno contro l'altro. Spiega anche perché le proposte del "diritto regressivo" sono completamente sbagliate e forniscono una chiara tabella di marcia su ciò che invece deve essere fatto. Ecco un piano d'azione per tutti coloro che amano il futuro dell'America.

Clicca qui per maggiori informazioni o per ordinare questo libro su Amazon.


Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99%
di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.

Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99% di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.Questo cambia tutto mostra come il movimento Occupy sta cambiando il modo in cui le persone vedono se stessi e il mondo, il tipo di società che credono sia possibile, e il loro coinvolgimento nella creazione di una società che funziona per 99% piuttosto che solo per 1%. I tentativi di incasellare questo movimento decentralizzato e in rapida evoluzione hanno portato a confusione e errata percezione. In questo volume, i redattori di SÌ! Rivista riunire le voci dall'interno e dall'esterno delle proteste per trasmettere le questioni, le possibilità e le personalità associate al movimento Occupy Wall Street. Questo libro contiene contributi di Naomi Klein, David Korten, Rebecca Solnit, Ralph Nader e altri, oltre agli attivisti di Occupy presenti fin dall'inizio.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.



enafarZH-CNzh-TWnltlfifrdehiiditjakomsnofaptruessvtrvi

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}

DAGLI EDITORI

Perché Donald Trump potrebbe essere il più grande perdente della storia
by Robert Jennings, InnerSelf.com
Aggiornato il 2 luglio 20020 - Tutta questa pandemia di coronavirus sta costando una fortuna, forse 2 o 3 o 4 fortune, tutte di dimensioni sconosciute. Oh sì, e centinaia di migliaia, forse un milione di persone moriranno ...
Blue-Eyes vs Brown Eyes: come viene insegnato il razzismo
by Marie T. Russell, InnerSelf
In questo episodio dell'Oprah Show del 1992, la pluripremiata attivista ed educatrice anti-razzismo Jane Elliott ha insegnato al pubblico una dura lezione sul razzismo dimostrando quanto sia facile imparare il pregiudizio.
Un cambiamento sta per arrivare...
by Marie T. Russell, InnerSelf
(30 maggio 2020) Mentre guardo le notizie sugli eventi di Philadephia e di altre città del paese, il mio cuore fa male per ciò che sta traspirando. So che questo fa parte del grande cambiamento che sta prendendo ...
Una canzone può elevare il cuore e l'anima
by Marie T. Russell, InnerSelf
Ho diversi modi in cui uso per cancellare l'oscurità dalla mia mente quando trovo che si è insinuato. Uno è il giardinaggio o il trascorrere del tempo nella natura. L'altro è il silenzio. Un altro modo è leggere. E uno che ...
Mascotte della pandemia e tema musicale per il distanziamento sociale e l'isolamento
by Marie T. Russell, InnerSelf
Mi sono imbattuto in una canzone di recente e mentre ascoltavo i testi, ho pensato che sarebbe stata una canzone perfetta come "tema musicale" per questi tempi di isolamento sociale. (Testo sotto il video.)