Il disastro della negazione dei tassi di interesse

Il disastro della negazione dei tassi di interesse

Il presidente Trump vuole tassi di interesse negativi, ma sarebbero disastrosi per l'economia americana e i suoi obiettivi possono essere raggiunti meglio con altri mezzi.

Il dollaro si è rafforzato nei confronti dell'euro in agosto, semplicemente in previsione della riduzione da parte della Banca centrale europea del suo tasso di interesse chiave in territorio negativo. Gli investitori stavano fuggendo nel dollaro, spingendo il presidente Trump a twittare su agosto 30, 2019:

L'euro sta scendendo contro il dollaro "come un matto", dando loro un grande vantaggio di esportazione e produzione ... E la Fed non fa NIENTE!

Quando la BCE ha ridotto il tasso chiave come previsto, da un 0.4% negativo a un 0.5 negativo, il presidente ha twittato su 11 settembre:

La Federal Reserve dovrebbe abbassare i nostri tassi di interesse a ZERO, o meno, e dovremmo quindi iniziare a rifinanziare il nostro debito. I COSTI DEGLI INTERESSI POTREBBERO ESSERE TRASFORMATI, mentre allo stesso tempo allungano notevolmente il termine.

E su settembre 12 ha twittato:

La Banca centrale europea, agendo rapidamente, riduce i tassi di base 10. Stanno provando e riuscendo a deprezzare l'euro rispetto al dollaro MOLTO forte, danneggiando le esportazioni statunitensi…. E la Fed si siede, si siede e si siede. Vengono pagati per prendere in prestito denaro, mentre noi stiamo pagando gli interessi!


Ricevi le ultime novità da InnerSelf


Tuttavia, i tassi di interesse negativi non hanno dimostrato di stimolare le economie che li hanno provati, e avrebbero causato il caos sull'economia degli Stati Uniti, per ragioni uniche per il dollaro USA. La BCE non ha raggiunto tassi di interesse negativi per ottenere un vantaggio sull'esportazione. È per evitare che l'Unione europea cada in pezzi, cosa che potrebbe accadere se il Regno Unito si ritirasse davvero e l'Italia seguisse l'esempio, come ha minacciato di fare. Se ciò che Trump vuole sono i tassi di prestito a basso costo per il governo federale degli Stati Uniti, c'è un modo più sicuro e più semplice per ottenerli.

Il vero motivo per cui la BCE è passata a tassi di interesse negativi

Perché la BCE è diventata negativa è stata inchiodata da Wolf Richter un articolo 18 di settembre su WolfStreet.com. Dopo aver notato che i tassi di interesse negativi non si sono rivelati utili per nessuna economia in cui sono attualmente in attività e hanno avuto effetti collaterali seriamente distruttivi per le persone e le banche, ha affermato:

Tuttavia, i tassi di interesse negativi come follow-up e aggiunta al QE massiccio sono stati efficaci nel mantenere unita l'Eurozona perché hanno permesso ai paesi di rimanere a galla che non possono, ma avrebbero bisogno di stampare i propri soldi per rimanere a galla. Lo hanno fatto rendendo il finanziamento abbondante e quasi gratuito, o gratuito, o più che gratuito.

Ciò include il debito pubblico italiano, che ha un rendimento negativo attraverso scadenze triennali. ... L'ultimo taglio dei tassi della BCE, per quanto minuscolo e controverso com'era, è stato progettato per aiutare ulteriormente l'Italia in modo da non dover abbandonare l'euro e uscire dall'Eurozona.

Gli Stati Uniti non hanno bisogno di tassi di interesse negativi per rimanere uniti. Può stampare i propri soldi.

I governi membri dell'UE hanno perso il potere sovrano di emettere il proprio denaro o prendere in prestito denaro emesso dalle proprie banche centrali. L'esperimento fallito nell'UE è stato un tentativo monetarista di mantenere un'offerta di moneta fissa, come se l'euro fosse una merce in offerta limitata come l'oro. Le banche centrali dei paesi membri non hanno il potere di salvare i loro governi o le loro banche locali in fallimento come ha fatto la Fed per le banche statunitensi con un massiccio allentamento quantitativo dopo la crisi finanziaria di 2008. Prima della crisi del debito dell'Eurozona di 2011-12, anche alla Banca centrale europea era proibito acquistare debito sovrano.

Le regole sono cambiate dopo che la Grecia e altri paesi dell'Europa meridionale hanno avuto seri problemi, inviando rendimenti obbligazionari (tassi di interesse nominali) attraverso il tetto. Ma il default o la ristrutturazione del debito non sono stati considerati un'opzione; e in 2016, le nuove regole dell'UE richiedevano un “bail in” prima che un governo potesse salvare le sue banche in fallimento. Quando una banca si è trovata in difficoltà, le parti interessate esistenti, inclusi azionisti, creditori junior e talvolta persino creditori senior e depositanti con depositi superiori all'importo garantito di € 100,000, dovevano subire una perdita prima di poter utilizzare i fondi pubblici. Il governo italiano ha avuto un assaggio del potenziale contraccolpo quando ha costretto le perdite sugli obbligazionisti di quattro piccole banche. Una vittima fatto notizia quando si è impiccato e ha lasciato un biglietto per incolpare la sua banca, che aveva preso tutti i suoi risparmi di € 100,000.

Nel frattempo, il sistema di bail-in che avrebbe dovuto spostare le perdite bancarie dai governi ai creditori e ai depositanti bancari è servito invece a spaventare i depositanti e gli investitori, rendendo le banche traballanti ancora più instabili. Peggiorati e elevati requisiti patrimoniali hanno reso praticamente impossibile per le banche italiane raccogliere capitali. Invece di flirtare con un altro disastro di salvataggio, l'Italia era pronta a ostentare le regole dell'UE o a lasciare l'Unione.

Alla fine la BCE è salita sul carro quantitativo di allentamento e ha iniziato ad acquistare debito pubblico insieme ad altre attività finanziarie. Acquistando debito a interessi negativi, non solo allevia i governi dell'UE dal loro onere per gli interessi, ma sta lentamente estinguendo il debito stesso.

Ciò spiega la BCE, ma perché gli investitori acquistano queste obbligazioni? Secondo John Ainger a Bloomberg:

Gli investitori sono disposti a pagare un premio - e alla fine subiscono una perdita - perché hanno bisogno dell'affidabilità e della liquidità fornite dal governo e da obbligazioni societarie di alta qualità. I grandi investitori come fondi pensione, assicuratori e istituti finanziari possono avere pochi altri luoghi sicuri in cui conservare la propria ricchezza.

In breve, sono acquirenti in cattività. Le banche sono tenute a detenere titoli di Stato o altre "attività liquide di alta qualità" in base alle regole sul capitale imposte dal Financial Stability Board in Svizzera. Dato che ora le banche dell'UE devono pagare la BCE per detenere le proprie riserve bancarie, possono anche detenere debito sovrano a rendimento negativo, che possono essere in grado di vendere con profitto se i tassi diminuiscono ulteriormente.

Wolf Richter Commenti:

Gli investitori che acquistano queste obbligazioni sperano che le banche centrali le toglieranno di mano a rendimenti ancora più bassi (e prezzi più alti). Nessuno sta acquistando un'obbligazione a lungo termine con rendimento negativo per mantenerla alla scadenza.

Bene, lo dico, ma questi sono gestori di denaro professionisti che acquistano tali strumenti o che devono acquistarli a causa della loro allocazione patrimoniale e requisiti fiduciari, e non gliene importa nulla. Sono i soldi di altre persone, cambieranno lavoro o saranno promossi o avvieranno un ristorante o qualcosa del genere, e saranno fuori di lì tra un paio d'anni. Après moi le déluge.

Perché gli Stati Uniti non possono diventare negativi e cosa possono fare invece

Gli Stati Uniti non hanno bisogno di tassi di interesse negativi, perché non hanno i problemi dell'UE, ma hanno altri problemi unici del dollaro USA che potrebbero portare al disastro se i tassi negativi fossero applicati.

Il primo è l'enorme mercato per i fondi del mercato monetario, che sono più importante al funzionamento quotidiano del mercato negli Stati Uniti rispetto a Europa e Giappone. Se i tassi di interesse diventano negativi, i fondi potrebbero vedere deflussi su larga scala, il che potrebbe interrompere i finanziamenti a breve termine per aziende, banche e forse anche il Tesoro. I consumatori potrebbero anche affrontare nuove spese per compensare le perdite bancarie.

In secondo luogo, il dollaro USA è indissolubilmente legato al mercato degli interessi derivati ​​su tassi, attualmente valutati a oltre $ 500 trilioni. Come analista proprietario Spiega Rob Kirby, l'economia andrebbe in crash se i tassi di interesse diventassero negativi, perché le banche che detengono il lato a tasso fisso degli swap dovrebbero pagare anche il lato a tasso variabile. Il mercato dei derivati ​​crollerebbe come una pila di domino e porterebbe con sé l'economia americana.

Forse in tacito riconoscimento di questi problemi, Il presidente della Fed Jay Powell ha risposto a una domanda sui tassi di interesse negativi su 18 di settembre:

I tassi di interesse negativi [sono] qualcosa che abbiamo esaminato durante la crisi finanziaria e che abbiamo scelto di non fare. Dopo aver raggiunto il limite inferiore effettivo [tasso di fondi federali effettivi vicino allo zero], abbiamo scelto di fare molta guida aggressiva a termine e anche acquisti di attività su larga scala. ...

E se dovessimo ritrovarci di nuovo in una data futura al limite inferiore effettivo - non qualcosa che ci aspettiamo - allora penso che cercheremmo di utilizzare acquisti di asset su larga scala e orientamento futuro.

Non credo che staremmo guardando utilizzando tassi negativi.

Supponendo che gli acquisti di attività su larga scala effettuati in una data futura riguardassero titoli federali, il governo federale avrebbe finanziato il suo debito praticamente senza interessi, poiché la Fed restituiva i suoi profitti al Tesoro dopo aver dedotto i suoi costi. E se le obbligazioni fossero rinnovate alla scadenza e detenute indefinitamente dalla Fed, il denaro potrebbe essere non solo privo di interessi ma privo di debiti. Questa non è una teoria radicale, ma è ciò che sta realmente accadendo con gli acquisti di obbligazioni della Fed nel suo precedente QE. Quando ha tentato di sbloccare tali acquisti lo scorso autunno, il risultato è stato una crisi del mercato azionario. La Fed sta imparando che il QE è una strada a senso unico.

Il problema secondo la legge vigente è che né il presidente né il Congresso hanno il controllo sul fatto che la Fed "indipendente" acquisti titoli federali. Ma se Trump non riesce a convincere Powell a pranzare su questi accordi, il Congresso potrebbe modificare la Federal Reserve Act per richiedere alla Fed di lavorare con il Congresso per coordinare la politica fiscale e monetaria. Questo è ciò La legge bancaria giapponese richiede, e ha avuto molto successo sotto il Primo Ministro Shinzō Abe e "Abenomics". È anche ciò che una squadra di ex banchieri centrali guidata da Philipp Hildebrand ha proposto in concomitanza con l'incontro dei banchieri centrali del Jackson Hole del mese scorso, dopo aver riconosciuto i banchieri centrali i soliti strumenti non funzionavano. Sotto la loro proposta, i tecnocrati della banca centrale sarebbero incaricati di allocare i fondi, ma meglio sarebbe il modello giapponese, che lascia al governo federale il controllo dell'assegnazione dei fondi di politica fiscale.

La Banca del Giappone detiene ora quasi la metà del debito federale del Giappone, una mossa radicale che non ha innescato l'iperinflazione come gli economisti monetaristi hanno predetto direttamente. In effetti, la Banca del Giappone non è in grado di raggiungere il tasso di inflazione del Paese nemmeno al suo modesto obiettivo percentuale 2. A partire da agosto, il tasso era un 0.3% estremamente basso. Se la Fed dovesse seguire l'esempio e acquistare l'50% del debito del governo degli Stati Uniti, il Tesoro potrebbe gonfiare le sue casse di $ 11 trilioni in denaro senza interessi. E se la Fed continuasse a ribaltare il debito, il Congresso e il presidente potrebbero ottenere $ 11 trilioni non solo senza interessi ma senza debiti. Il presidente Trump non può ottenere un affare migliore di quello.

Circa l'autore

marrone ellenEllen Brown è un avvocato, fondatore del Istituto bancario pubblicoe autore di dodici libri, tra cui il best-seller Web del debito. in La soluzione Public Bank, Il suo ultimo libro, esplora modelli bancari pubblico di successo storicamente e nel mondo. Il suo 200 + articoli di blog sono a EllenBrown.com.

Libri di questo autore

Web of Debt: la sconvolgente verità sul nostro sistema monetario e su come possiamo liberarci di Ellen Hodgson Brown.Web del debito: la scioccante verità sul nostro sistema monetario e come possiamo liberarci
di Ellen Hodgson Brown.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro.

La soluzione della banca pubblica: dall'austerità alla prosperità di Ellen Brown.La soluzione della banca pubblica: dall'austerità alla prosperità
di Ellen Brown.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro.

Medicina proibita: l'efficace trattamento del cancro non tossico è soppresso? di Ellen Hodgson Brown.Medicina proibita: l'efficace trattamento del cancro non tossico è soppresso?
di Ellen Hodgson Brown.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro.

Libri consigliati:

Il capitale nel XXI secolo
di Thomas Piketty. (Traduzione di Arthur Goldhammer)

Capitale nella copertina del ventunesimo secolo di Thomas Piketty.In Capitale nel XXI secolo, Thomas Piketty analizza una raccolta unica di dati provenienti da venti paesi, che risale al XVIII secolo, per scoprire i principali modelli economici e sociali. Ma le tendenze economiche non sono atti di Dio. L'azione politica ha frenato le disuguaglianze pericolose in passato, dice Thomas Piketty, e potrebbe farlo di nuovo. Un'opera di straordinaria ambizione, originalità e rigore, Il capitale nel XXI secolo riorienta la nostra comprensione della storia economica e ci mette di fronte a lezioni di moderazione per oggi. Le sue scoperte trasformeranno il dibattito e fisseranno l'agenda per la prossima generazione di pensiero su ricchezza e disuguaglianza.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Nature's Fortune: come prosperano gli affari e la società investendo nella natura
di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.

Nature's Fortune: come business e società prosperano investendo nella natura di Mark R. Tercek e Jonathan S. Adams.Qual è la natura vale la pena? La risposta a questa domanda, che tradizionalmente è stato inquadrato in termini ambientali, sta rivoluzionando il modo di fare business. In Fortune della natura, Mark Tercek, CEO di The Nature Conservancy e ex investment banker e Jonathan Adams, scrittore scientifico, sostengono che la natura non è solo il fondamento del benessere umano, ma anche il più intelligente investimento commerciale che qualsiasi azienda o governo possa fare. Le foreste, le pianure alluvionali e le scogliere di ostriche spesso considerate semplicemente come materie prime o come ostacoli da superare in nome del progresso sono, in effetti, altrettanto importanti per la nostra futura prosperità come tecnologia o legge o innovazione aziendale. Fortune della natura offre una guida essenziale per il benessere economico e ambientale del mondo.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.


Beyond Outrage: cosa è andato storto con la nostra economia e la nostra democrazia e come risolverlo -- di Robert B. Reich

Al di là di OutrageIn questo libro puntuale, Robert B. Reich sostiene che a Washington non succede niente di buono a meno che i cittadini non siano stimolati e organizzati per assicurarsi che Washington agisca nel bene pubblico. Il primo passo è vedere il quadro generale. Beyond Outrage collega i punti, mostrando perché la crescente quota di reddito e ricchezza in cima ha bloccato il lavoro e la crescita per tutti gli altri, minando la nostra democrazia; ha fatto sì che gli americani diventassero sempre più cinici riguardo alla vita pubblica; e girò molti americani l'uno contro l'altro. Spiega anche perché le proposte del "diritto regressivo" sono completamente sbagliate e forniscono una chiara tabella di marcia su ciò che invece deve essere fatto. Ecco un piano d'azione per tutti coloro che amano il futuro dell'America.

Clicca qui per maggiori informazioni o per ordinare questo libro su Amazon.


Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99%
di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.

Questo cambia tutto: Occupy Wall Street e il movimento 99% di Sarah van Gelder e lo staff di YES! Rivista.Questo cambia tutto mostra come il movimento Occupy sta cambiando il modo in cui le persone vedono se stessi e il mondo, il tipo di società che credono sia possibile, e il loro coinvolgimento nella creazione di una società che funziona per 99% piuttosto che solo per 1%. I tentativi di incasellare questo movimento decentralizzato e in rapida evoluzione hanno portato a confusione e errata percezione. In questo volume, i redattori di SÌ! Rivista riunire le voci dall'interno e dall'esterno delle proteste per trasmettere le questioni, le possibilità e le personalità associate al movimento Occupy Wall Street. Questo libro contiene contributi di Naomi Klein, David Korten, Rebecca Solnit, Ralph Nader e altri, oltre agli attivisti di Occupy presenti fin dall'inizio.

Clicca qui per maggiori informazioni e / o per ordinare questo libro su Amazon.



enafarZH-CNzh-TWnltlfifrdehiiditjakomsnofaptruessvtrvi

segui InnerSelf su

facebook-icontwitter-iconrss-icon

Ricevi l'ultimo tramite e-mail

{Emailcloak = off}